Mobiliarforum

Innovazione: un fattore di successo delle PMI svizzere

Le PMI sono considerate la colonna portante dell'economia svizzera. Affinché possano continuare a costruire la base solida dell’economia locale anche in futuro, l’innovazione è fondamentale, oltre al know-how e alla qualità dei prodotti e servizi. È necessario un rinnovamento costante. Le PMI devono rispondere oggi alle domande che i clienti faranno domani e dopodomani. 

Questo non è un compito facile in un mondo sempre più complesso caratterizzato da nuove sfide strettamente ravvicinate, alcune delle quali esistenziali. È qui che entra in gioco il Mobiliar Forum. L’azienda cooperativa offre laboratori di innovazione per PMI a Thun e Losanna. Qui, in due giorni e mezzo vengono sviluppate soluzioni concrete sotto forma di prototipi per l’assegnazione delle competenze delle imprese. Ciò avviene sulla base di un processo chiaramente strutturato, accompagnato in modo professionale e gratuito. Per le PMI è certamente un investimento da non sottovalutare, dato che i partecipanti non sono in azienda per la durata dell'evento. Tuttavia, si tratta di un che ripaga ampiamente.

Idee ad ampio raggio
I partecipanti riportano in azienda idee concrete che possono attuare e sviluppare. Sono input ad ampio raggio con uno spiccato di successo, poiché sono sviluppate da team aziendali misti e multidisciplinari, dall’«intelligenza collettiva» dell’impresa per così dire. Oppure, come afferma Eliane Bovitutti, direttrice di EPSM Le Rôtillon: «Le diverse prospettive e il procedimento bottom-up sono molto propizi al risultato». Un altro aspetto importante è la coerente centralità del cliente nel processo di sviluppo delle idee. 

Benefici a livello di know-how e cultura del team
Inoltre, la PMI può anche beneficiare del processo in sé e incorporare in azienda il know-how acquisito su come generare innovazione in modo efficiente e mirato. Tobias Gerfin, CEO di Kuhn Rikon, illustra come l'innovazione funzioni in modo diverso nella sua azienda dopo la visita al Mobiliar Forum di Thun: sono più agili e aperti ai risultati, danno più spazio alle idee inconsuete, ma scartano anche più rapidamente quelle non promettenti. Ciò ha permesso di guadagnare in velocità. 

Non da ultimo, il workshop unisce saldamente il team. I partecipanti al Mobiliar Forum sperimentano insieme alti e bassi che non solo sono funzionali al processo, ma anche vantaggiosi per il risultato. E la sera, possono continuare la conversazione davanti a una raffinata cena accompagnata da un calice di vino. 

Collaudato dal 2014
Dopo una fase di sviluppo che ha coinvolto il Politecnico Federale di Zurigo e l’Università di scienza e tecnologia di Trondheim, nel 2014 sono stati offerti i primi workshop pilota. Il format del «Mobiliar Forum» è il metodo del Design Thinking, sviluppato originariamente dall’Università di Stanford. Dal 2015 i workshop si tengono regolarmente al Castello di Thun, e dal 2020 anche alla Plateforme 10 di Losanna. Le località sono state selezionate in modo mirato al fine di favorire il processo nel miglior modo possibile. A Thun e Losanna, i workshop possono essere offerti in tutte e tre le lingue nazionali. 

Nel frattempo, circa 250 workshop con oltre 2500 partecipanti si sono svolti con PMI, ONG e organizzazioni senza scopo di lucro. Non tutti erano clienti della Mobiliare, in quanto la partecipazione non è legata a una relazione clientela. Il Mobiliar Forum è un impegno sociale della Mobiliare, pertanto i workshop per i partecipanti sono gratuiti (fatta eccezione per viaggio di andata e ritorno, pernottamento e cena).

Maggiori informazioni e date disponibili sono riportate su www.mobiliar.ch/mft